25 marzo 2010

Us

Gli americani sono gente pratica.
Anche le americane interrogate su qualità della vita e minoranza.

Una persona che nasce nera avrà una vita più difficile negli Stati Uniti?
"Sicuramente sì. Ci sono ancora enormi discriminazioni. Avrà meno opportunità di carriera, meno soldi, meno assistenza sanitaria..."

Nonostante Obama?
"Nonostante Obama".

Una persona che nasce gay avrà una vita più difficile?
"Probabilmente no. Stesse opportunità di carriera, prospettive economiche, stessa assistenza sanitaria. Certo, maggiore rischio di suicidio, bullismo, depressione, alcolismo. Parlano le statistiche".

Nonostante Obama?
"Nonostante Obama".

7 commenti:

Josephine ha detto...

Ahahhaha... Obama avrebbe dovuto davvero fare la differenza? Non lo crederei neanche se la prossima presidenza fosse tenuta da una donna nera e gay! E sono proObama, ma i miracoli lasciamoli alla Chiesa.

Anonimo ha detto...

su una metro verde fuliggine, in una luce gialla assassino, una ragazza verde foglia e una ragazza marrone corteccia si scambiano baci colorati e sorrisi innamorati.
un signore grigio perla si volta e con voce proiettile spara - mi fate schifo.
la ragazza marrone corteccia stride lacrime dentro ma parole di fuori -sono affari suoi- ma il signore grigio perla non da tregua alla proprio salato disgusto.
la ragazza verde foglia guarda i piedi in converse della ragazza marrone corteccia, si fa piccola nel suo abbraccio geloso e abbandona la propria fronte limpida alle sue labbra dolci amare caramelle.

milano, 25 marzo 2010.

Anonimo ha detto...

su una metro verde fuliggine, in una luce gialla assassino, una ragazza verde foglia e una ragazza marrone corteccia si scambiano baci colorati e sorrisi innamorati.
un signore grigio perla si volta e con voce proiettile spara - mi fate schifo.
la ragazza marrone corteccia stride lacrime dentro ma parole di fuori -sono affari suoi- ma il signore grigio perla non da tregua alla proprio salato disgusto.
la ragazza verde foglia guarda i piedi in converse della ragazza marrone corteccia, si fa piccola nel suo abbraccio geloso e abbandona la propria fronte limpida alle sue labbra dolci amare caramelle.

milano, 25 marzo 2010.

Gaia ha detto...

Rendiamoci conto...

Gaia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
cristine ha detto...

sei una grande..

Parole_alate ha detto...

Il post mi lascia perplessa... è ovvio che non subisci discriminazioni, se non sei dichiarato... se invece lo sei, fino a pochi mesi fa nell'esercito non potevi stare (per parlare di carriera), non rientri nell'assicurazione sanitaria di tuo marito/o di tua moglie...
Non lo so, ma a meno di non abitare in alcuni luoghi realmente avanti anni luce, penso che la maggior parte della sconfinata america sia messa più o meno come noi. (E non me ne compiaccio di sicuro, eh.)