31 gennaio 2011

La bottiglia

L'ho annunciato in pubblico e ormai non posso rimangiare.
Rapido e indolore, come buttarsi in acqua ghiacciata.

Sono bisessuale.
Bisessuale improbabile.
Bisessuale lesbica.
Bisessuale vergine, o quasi.
Bisessuale non equilibrata.
Bisessuale curiosa.


Perché la nuova frontiera dei gay è riscoprirsi eterosessuali, affrontare i genitori rassegnati, trovare uno spazio in una comunità sigillata.

Bisex. Fa quasi paura questa parola.
Molto più di lesbica. Di donna gay non ne parliamo neanche.

12 commenti:

RerumHysteria ha detto...

Mah...io son sempre stata convinta che i bisessuali si dividano in gay reticenti ed etero curiosi,e così ho indottrinato mia madre e qualsivoglia amico gay che mi invia immagini di peni eretti ed eiaculazioni violente atte a farmi sorgere curiosità nell'essere maschile.Saran pure nuove frontiere che fan tendenza ma dal canto mio rimango sempre convinta della mia attrazione per le donne,omo,etero,gay,bisex,queer e chi più ne ha più ne metta.Donne e basta.

Gaia ha detto...

E vai di conferme.

Anonimo ha detto...

se tu fossi a milano o io a londra ti chiederei di bere qualcosa insieme per parlarne un po' ... ma siccome non si può...

"Sexuality is fluid, whether you're gay or you're straight or you're bisexual, you just go with the flow"

cat

Mauro N. Battaglia ha detto...

allora io come ho sempre pensato sono etero. etero donna!!! e nessuno dica il contrario.

Anonimo ha detto...

e la bottiglia che c'entra?

Gaia ha detto...

Ottima domanda.

Etwas ha detto...

quella bottiglia mi guarda minacciosa quando sono in cucina

Anonimo ha detto...

per me ta ghet indoma botep...

Anonimo ha detto...

Sì fa paura. Fa paura perchè quando ti senti quasi rassegnata ad ammettere, a te stessa prima e agli altri poi, di essere lesbica (o donna gay) diventa comunque una battaglia. E dirsi bisessuale è un vecchio impermeabile lasciato in un angolo dell'armadio. Fa paura perchè è come se si volessero rinnegare la battaglie fatte, le liti in famiglia, le delusioni dagli amici. Una paracadute di scorta, quando si è lottato per far credere a tutti che non c'è nessuna paura nel buttarsi di sotto senza niente addosso.

Detto questo, per tutto quel che rimane da dire quoto cat.

Juice

Gaia ha detto...

A te è successo Juice?

Anonimo ha detto...

la mia citazione gira ma non ha origini molto nobili ahahah

quello che ti volevo dire è ...

immagino sia difficile doversi mettere in gioco un'altra volta. confrontarsi ancora con qualcosa di nuovo. un secondo coming out.

ma la realtà è che non è di nessuna importanza.
alla persona con cui stai importa solo che tu stia con lei, indipendentemente da tutto il resto.
agli altri ... non deve importare a prescindere.

cat

NanAstley ha detto...

Benvenuta nel club, my dear... io ho la mia migliore amica (sic) che dopo anni e anni ancora non ha afferrato il concetto, e se faccio un apprezzamento su un 'bel butel' mi guarda come se avessi detto, da atea quale sono, 'penso di farmi suora' (e no, non 'una suora'). Occhio sbarrato sopracciglio alzato risolino da improbabilité. Sbaglio o noi B (sarà per l'iniziale?) siamo un po' i Berlusca della situazione? I meno 'credibili'? Le particelle dell'acqua Lete? E la bottiglia, era di acqua Lete?!
Ma poi... chissene, no? ;-D

Ps: torno su a Hogwarts, sei di nuovo su anche tu? :-)