21 gennaio 2009

Il prezzo della libertà

E anche questa è fatta.
Per altri due anni, la revisione del motorino non è cosa mia.

L'ho portato di prima mattina nell'officina. 
Una strisciata al bancomat e non ci si pensa più.

"Scusi, credo di avere le gomme un po' sgonfie. Le ha controllate le gomme vero?"

"Eh, no. Per la revisione controlliamo i copertoni. Se sono lisci. I suoi vanno bene"

"E una bottarella alle gomme non la può dare?"

Alzata di spalle.
L'uomo in tuta blu si sta per voltare. Poi ci ripensa.

"A proposito, lo stop non funziona. Deve cambiarlo"
"Va bene. Lo può fare lei?"

Che fortuna! Accorgersene da un meccanico.

"Eh, no. Questo qui proprio non lo facciamo"

Ok. Come non detto.
E con il motorino rivisto, e senza stop, me ne scompaio nella nebbia.






3 commenti:

Anonimo ha detto...

Che vuol dire ?
Che lui te l'ha "guardato" ed ora lo devi portare ad aggiustare da un'altra parte ? :-)

v

Gaia ha detto...

Esattamente.

Gaia(2) ha detto...

Gli hai fatto notare la scritta "officina" ? Ti sei fatta spiegare il significato della suddetta scritta?